Skip to the content

Cos’è il microlearning e come portarlo in azienda

Il microlearning semplifica l’assimilazione dei contenuti e la ritenzione delle conoscenze nel tempo, grazie a unità didattiche brevi e flessibili.

In questo articolo, vedremo cos'è il microlearning, quali vantaggi offre alle aziende e come utilizzarlo per creare un'esperienza di formazione più coinvolgente. Vi parleremo anche della nostra piattaforma di Microlearning, per trasformare le procedure aziendali in corsi di formazione completi con il supporto dell'AI.

Cos’è il microlearning

Nonostante non ci sia una definizione ufficiale di microlearning, questo termine può essere utilizzato per indicare qualunque tipologia di risorsa formativa che sia:

  • Breve, con una durata di pochi minuti
  • Digitale, con accesso da dispositivo desktop o mobile

Il microlearning è di fatto una metodologia che si basa sull’offerta di piccole unità di apprendimento e brevi attività didattiche, per aiutare gli utenti ad assimilare le informazioni con il minimo sforzo.

I contenuti che si possono creare in modalità microlearning possono essere dei formati più disparati. Generalmente, una micro-lezione corrisponde a:

  • Un video
  • Una clip audio
  • Un paragrafo di testo
  • Un’illustrazione, o infografica
  • Un elemento interattivo come test, quiz, flash card e sfide

Grazie a questa varietà, i corsi in formato microlearning riescono a tenere alta l’attenzione dei partecipanti e di soddisfarne le personali esigenze di apprendimento. Occorre infatti ricordare che solo il 60% circa delle persone rientrano nella categoria degli studenti visivi; mentre il restante 40% circa si divide in cinestesici, che imparano facendo, e uditivi.

I corsi basati solo su contenuti testuali o lunghe presentazioni portano quindi a risultati mediocri, soprattutto se le lezioni sono caratterizzate da paragrafi eccessivamente articolati o deck con tante slide. Se la formazione è destinata al pubblico aziendale, dove il tempo e le energie da dedicare sono limitati, i risultati sono ancora peggiori.

Nel caso delle aziende, l’utilità delle lezioni tradizionali si riduce drasticamente proprio per la necessità di formare i dipendenti sull’uso di procedure e sullo svolgimento di attività spesso complesse, poco conosciute e poco coinvolgenti da insegnare in lunghe pagine informative o con una serie di video da un’ora ciascuno.

La modalità del microlearning è la soluzione alternativa ai tradizionali corsi di formazione, con i risultati più promettenti sia in termini di apprendimento che di ritenzione delle informazioni nel lungo periodo. Si adatta inoltre a un’ampia varietà di contesti, come:

  • La formazione del personale
  • La formazione verticale per i singoli reparti
  • La formazione in materia di salute e sicurezza
  • La formazione per l'onboarding di nuovi colleghi

Qualunque sia la necessità di formazione, gli utenti hanno la possibilità di impiegare meno di 10 minuti per acquisire le conoscenze e sviluppare le competenze utili per il proprio lavoro. Possono sfruttare le micro-lezioni per consolidare i concetti appresi, svolgendo in pochi minuti e da qualunque dispositivo i test e i quiz di fine modulo, magari preparati appositamente dall’azienda.

Il microlearning si potrebbe quindi definire come la metodologia di apprendimento più flessibile, pratica e conveniente, anche rispetto alla modalità e-learning a cui siamo stati abituati fino ad oggi.

Soluzione intranet pronta all'uso

Scopri Microlearning di intranet.ai


Basato sull'AI generativa per aiutarti a:

  • generare corsi a partire dai documenti aziendali
  • supportare i colleghi nella ricerca di informazioni
  • tradurre i contenuti verso 40+ lingue, in pochi secondi
  • gestire la formazione, con funzionalità avanzate per l'assegnazione dei corsi e il tracciamento dei progressi
  • arricchire la tua intranet o il sistema LMS aziendale con micro-lezioni originali e percorsi formativi personalizzati

 

Qual è la differenza tra e-learning e microlearning

L’e-learning e il microlearning sono le metodologie per l’apprendimento più popolari e apprezzate, limitando i vincoli fisici e temporali alla formazione. Queste due modalità hanno diverse caratteristiche in comune; talmente tante, da essere spesso confuse tra loro.

Sia l’e-learning che il microlearning consentono infatti di:

  • Acquisire nuove conoscenze e competenze a distanza
  • Imparare attraverso l’uso di diversi formati, come testo, video e audio
  • Accedere a risorse informative digitali, a volte prese direttamente da internet

Anche se i due termini vengono usati da alcuni in modo intercambiabile, il microlearning è in realtà un approccio modulare alla formazione dato che le informazioni vengono divise in unità didattiche brevi e concise. Al contrario, i corsi in e-learning propongono spesso lezioni dense di informazioni che si differenziano dalle lezioni in presenza tradizionali solo per il formato.

I corsi di e-learning sono progettati per offrire una comprensione approfondita di un argomento tramite un percorso didattico strutturato e fornire così agli utenti una base di conoscenze ampia. Le lezioni si susseguono in modo lineare, alternando contenuti testuali a video e tracce audio.

I corsi di microlearning offrono invece moduli di piccole dimensioni, focalizzati su obiettivi di apprendimento specifici. Ogni modulo è creato per fornire la giusta quantità di informazioni per comprendere l’argomento e metterlo subito in pratica. Ecco perché questa metodologia si rivolge specialmente a professionisti e aziende, con tempo ed energie limitati da dedicare alla formazione.

In generale, il microlearning è la soluzione ideale per chi desidera una maggiore flessibilità, ha obiettivi di apprendimento mirati o vuole colmare rapidamente le proprie lacune di competenze.

Per massimizzare i benefici di entrambi gli approcci, il consiglio è di incorporare la visione globale e strutturata dell’e-learning con la praticità e l’efficacia del microlearning. I corsi di e-learning possono essere utilizzati come base per la formazione, mentre i moduli di microlearning possono essere integrati per imparare più facilmente i concetti chiave e consolidare l’apprendimento nel tempo.

Quali sono i vantaggi del microlearning

È oggi importante per le aziende creare un’esperienza di formazione capace di coinvolgere i lavoratori, grazie a percorsi di apprendimento semplici da assimilare e da mettere in pratica.

Nel contesto professionale odierno, i tradizionali programmi di formazione a lungo termine sono spesso inadatti alle esigenze delle aziende, che richiedono una metodologia di apprendimento più flessibile e mirata. Il microlearning sta godendo di un notevole successo proprio perché consente di gestire la formazione nel poco tempo a disposizione dei lavoratori e di fornire loro le informazioni chiave per sviluppare le proprie competenze con il minimo sforzo.

I contenuti brevi e multimediali, i quiz interattivi, le esperienze di gamification e l’accesso rapido da qualunque dispositivo aziendale rendono i corsi in formato microlearning lo strumento ideale per accompagnare gli utenti nella formazione durante le intense giornate di lavoro. Inoltre, è stato dimostrato che il tasso di ritenzione delle informazioni apprese passa dal 10-20% a circa il 90% oltre i 3 giorni.

Vediamo brevemente le caratteristiche del microlearning che permettono ad aziende e professionisti di raggiungere questi risultati ambiziosi.

 

 

Formazione agile

Come suggerisce il nome, la metodologia del microlearning si concentra sulla creazione e condivisione di piccole quantità di informazioni per semplificarne l’assimilazione e la ritenzione.

Le micro-lezioni si possono così inserire facilmente tra un’attività e l’altra, per non interrompere a lungo il flusso di lavoro e per sfruttare al massimo il tempo e l’attenzione che si hanno a disposizione. Ciascun utente ha infatti la possibilità di completare brevi moduli di apprendimento, focalizzati su argomenti specifici e accompagnati da test rapidi per mettere subito alla prova le conoscenze appena acquisite.

Anche il ripasso dei concetti chiave diventa più semplice, grazie a quiz e formati speciali come le flash card. In pochi minuti, gli utenti possono rispondere a domande mirate e ottenere una risposta sintetica con i dettagli utili da ricordare per:

  • Gestire una procedura complessa
  • Perfezionare l’utilizzo dei software aziendali
  • Migliorare la comunicazione con colleghi e clienti
  • Approfondire le caratteristiche di un nuovo prodotto
  • Affrontare problematiche di natura tecnica o manageriale

Grazie alla fruizione di brevi contenuti e alla pratica costante, le persone possono finalmente imparare nuove competenze in modo veloce ed efficiente. Per questo motivo, il microlearning è un'opportunità per investire nella formazione senza compromettere la produttività quotidiana.

 

 

Formazione personalizzata

I corsi in formato microlearning sono semplici da creare, rapidi da distribuire ed efficaci da apprendere. Ma non solo.

La brevità dei contenuti offre il grande vantaggio di adattare la formazione alle esigenze in continua evoluzione di professionisti e aziende, con il minimo investimento di tempo e risorse. Le micro-lezioni possono quindi essere personalizzate per colmare lacune di competenze urgenti o per fornire aggiornamenti su tematiche rilevanti, nel momento in cui sono necessarie per la crescita aziendale.

Il microlearning consente inoltre di soddisfare le specifiche esigenze di apprendimento delle persone in azienda, andando incontro alle loro richieste in termini di accessibilità, dettaglio delle informazioni, formato dei contenuti e durata delle lezioni.

Il livello di personalizzazione avanzato e la convenienza nella produzione dei contenuti rendono la formazione interna un processo mirato e scalabile, anche e soprattutto nelle aziende di grandi dimensioni che richiedono un impegno continuo da parte del personale nello sviluppo delle proprie competenze e conoscenze di settore.

 

 

Formazione coinvolgente

Sintesi dei concetti e personalizzazione delle lezioni fanno sì che il microlearning sia una delle metodologie di apprendimento più coinvolgenti nella formazione digitale.

È difficile infatti mantenere l’attenzione di un pubblico di utenti con contenuti lunghi, articolati, poco interattivi e poco focalizzati sulle loro reali esigenze, tanto pratiche quanto comunicative. In ambito aziendale, ciò comporta un grave rischio in termini di conformità se le procedure non vengono assimilate o le attività non vengono svolte nel modo corretto.

Come abbiamo visto, il microlearning permette di superare queste difficoltà offrendo percorsi di apprendimento più coinvolgenti grazie a:

  • Lezioni della durata inferiore ai 10 min
  • Contenuti multimediali, per combinare testi, video e audio
  • Esperienze di gamification come quiz, flash card e sfide a tempo

Un altro elemento fondamentale per mantenere coinvolti gli utenti è l’adattabilità, dato che i corsi in formato microlearning possono essere fruiti al proprio ritmo, da qualunque dispositivo e in qualunque momento della giornata. Un approccio che intende unire crescita professionale e tempo a disposizione del lavoratore, senza richiedere sacrifici in termini di produttività e qualità di vita.

Usa l’AI per generare i tuoi corsi di formazione


Oltre a realizzare il tuo progetto intranet con il minimo investimento, proponiamo strumenti aggiuntivi per arricchire il tuo digital workplace e migliorare l'employee experience.

Microlearning è la piattaforma che abbiamo creato per supportare la formazione aziendale.
Si basa sull'AI generativa e sull'integrazione con Microsoft 365 Copilot per:

  • generare corsi a partire dai documenti aziendali;
  • tradurre i contenuti verso 40+ lingue, in pochi secondi;
  • gestire la formazione, tramite l'assegnazione dei corsi e il tracciamento dei progressi.

Come creare corsi aziendali efficaci con il microlearning

Nonostante i corsi in formato microlearning siano più semplici e convenienti da realizzare rispetto alle modalità tradizionali, è bene conoscere alcune best practice per sfruttare al meglio i vantaggi che offrono le micro-lezioni e che abbiamo visto in questo articolo.

Di seguito, trovate i consigli per rendere la formazione più agile ed efficace grazie al microlearning.

 

 

Scremare le informazioni

È essenziale che le micro-lezioni non superino i 5/10 minuti.

Questo perché la forza del microlearning risiede proprio nella brevità dei contenuti, che possono così essere assimilati e ricordati più facilmente.

Al momento di creare le proprie micro-lezioni, occorre quindi selezionare le informazioni da condividere con gli utenti per massimizzare il tempo e la concentrazione a disposizione.

Per farlo, si possono seguire questi pochi e semplici passaggi:

  • Identificare gli obiettivi di apprendimento
  • Snocciolare l’argomento in concetti chiave
  • Dare priorità alle informazioni pratiche
  • Riunire i concetti in unità tematiche

Un ultimo passaggio riguarda la raccolta di feedback, per capire se e come conviene modificare il corso per fornire agli utenti le informazioni più utili per il loro lavoro.

 

 

Alternare contenuti multimediali

Gli utenti si stancheranno presto di leggere solo spiegazioni testuali, anche se brevi.

La flessibilità del microlearning consente di rendere più variegati i corsi di formazione, mantenendo alta l’attenzione e semplificando l’apprendimento grazie a:

  • Animazioni
  • Presentazioni video
  • Clip audio in stile podcast
  • Immagini, caroselli e infografiche

Diversificare i contenuti di un corso, soprattutto se in formato microlearning, permette di raggiungere un tasso di ritenzione delle informazioni fino al 90%. Oltre che a stimolare i colleghi a proseguire nella formazione in modo costante, una lezione dopo l’altra per scoprire nuovi video tutorial, interviste a esperti, discussioni, brevi audio guide, grafiche animate e altro ancora.

La formazione diventa attraente come l’esperienza offerta dai social media, senza investire troppo tempo e risorse per acquistare lo stesso impatto comunicativo e la stessa facilità di fruizione.

 

 

Includere esperienze di gamification

Come mantenere l’attenzione degli utenti senza coinvolgerli?

I corsi aziendali dovrebbero sempre contenere elementi interattivi come quiz e test, ma anche:

  • sfide a tempo
  • esercizi di problem solving
  • simulazioni di casi d’uso o scenari di lavoro

L’obiettivo è di stimolare la partecipazione attiva, non solo per migliorare l’assimilazione dei concetti ma anche e soprattutto per trasmettere alle persone le capacità pratiche che torneranno utili nel loro lavoro.

Classifiche e livelli sono esperienze di gamification avanzate che possono integrare le esperienze di base, per motivare gli utenti a riprendere le lezioni già affrontate, ripassarne i concetti e ottenere punteggi sempre più alti. Magari da condividere con i colleghi per una competizione amichevole.

 

 

Semplificare l’accesso da dispositivi mobili

Il microlearning sta crescendo insieme al mobile learning, un’altra nuova metodologia di apprendimento digitale basata sulla fruizione di contenuti da smartphone, tablet e portatile.

Questa non è una coincidenza, perché microlearning e mobile learning sono strettamente collegati.

I contenuti brevi e multimediali del microlearning si combinano perfettamente con la praticità dei dispositivi mobili, per consentire agli utenti di svolgere i corsi di formazione quando e dove preferiscono.

È quindi utile progettare le micro-lezioni con un design responsivo, ovvero capaci di adattarsi automaticamente alle dimensioni dello schermo e alle funzionalità del dispositivo utilizzato dall’utente.

Occorre inoltre accertarsi che i materiali didattici siano compatibili con diversi sistemi operativi e che siano ottimizzati per le connessioni Internet mobili, spesso meno costanti della connessione da desktop.

Per farlo, l’azienda potrebbe rivolgersi a sviluppatori o designer specializzati nel mobile learning. Oppure potrebbe adottare una piattaforma capace di creare corsi già compatibili con i dispositivi mobili.

 

 

Favorire l’apprendimento collaborativo

Per massimizzare la ritenzione delle conoscenze e quindi l’efficacia dei corsi di formazione, è importante non dimenticare l’aspetto collaborativo dell’apprendimento. Da non confondere con l’aspetto sociale.

Mentre l’apprendimento sociale si focalizza sull’imitazione, l’apprendimento collaborativo si concentra sulla condivisione di idee, di opinioni e di prospettive diverse sugli argomenti trattati a lezione.

Attraverso discussioni, sessioni di brainstorming e forum dedicati, gli utenti hanno la possibilità di contribuire attivamente, con le proprie riflessioni, alla creazione di un sapere condiviso e allo sviluppo di competenze utili a una comunità come quella aziendale.

I contenuti in formato microlearning svolgono un ruolo rilevante nel promuovere una cultura di apprendimento collaborativo, dato che possono essere condivisi facilmente all’interno di forum, community, siti web, portali intranet aziendali, social media e canali dove la comunicazione e lo scambio di idee sono prioritari.

I corsi potrebbero inoltre essere arricchiti da esperienze di gamification come:

  • quiz a premi
  • challenge tra utenti
  • badge per il completamento dei corsi

La formazione diventa un’esperienza collettiva, valorizzando i traguardi raggiunti e puntando sulla competizione amichevole per tenere acceso l’interesse verso un apprendimento continuo.

Cos’è Microlearning di intranet.ai

Microlearning è la soluzione che abbiamo sviluppato per creare corsi e contenuti semplici da assimilare, in modo sostenibile, scalabile e conveniente con il supporto dell’intelligenza artificiale.

Attraverso l’integrazione con modelli AI di Microsoft, Microlearning è infatti in grado di trasformare i documenti aziendali in lezioni brevi e coinvolgenti, in pochi secondi e nel rispetto di tutte le best practice che abbiamo visto in questo articolo. Oltre a poter creare corsi da zero, sfruttando l’AI per generare pillole audio e tradurre le lezioni in più di 40 lingue.

Le aziende possono usare le sue funzionalità per generare corsi di formazione completi, che includono:

  • micro-lezioni a partire dai documenti aziendali, garantendone la privacy
  • contenuti multimediali con un’attenzione all’accessibilità e all’usabilità
  • elementi interattivi come quiz, test, questionari e flash card

Ogni corso generato può essere personalizzato facilmente per andare incontro alle esigenze degli utenti, modificando i contenuti e il formato delle singole lezioni. È inoltre possibile aggiungere video di YouTube o Vimeo, mappe e grafici di Google oppure file audio di Spotify e SoundCloud, così da fornire agli utenti tutte le informazioni necessarie per approfondire gli argomenti trattati.

Per quanto riguarda il coinvolgimento, Microlearning si integra con le principali applicazioni di Microsoft dedicate alla formazione e alla collaborazione. I contenuti possono essere condivisi nell’app di Teams o in una community di Viva Engage per fare domande ai colleghi, scambiare idee, partecipare a esperienze di gamification e condividere il proprio feedback sui corsi svolti.

Le notifiche personalizzate inviate automaticamente su Teams servono poi per ricordare agli utenti di seguire i corsi assegnati, aiutandoli a raggiungere i propri obiettivi di apprendimento.

L’azienda ha inoltre la possibilità di centralizzare la formazione nella intranet di SharePoint.

Gli utenti avrebbero così accesso a un’area della intranet dove trovare i corsi suggeriti in base al proprio ruolo, dipartimento o sede. In quest’area, le risorse didattiche potrebbero essere accompagnate da:

  • questionari e sondaggi di Microsoft Forms
  • video di approfondimento di Microsoft Stream
  • notizie e comunicazioni di SharePoint correlate

In alternativa, i contenuti generati con Microlearning possono essere importati in Viva Learning, grazie a un'integrazione diretta, o nel sistema LMS aziendale, grazie all’esportazione in formato SCORM.

 

Per saperne di più, visitate la pagina dedicata alla
nostra piattaforma di Microlearning.

 

Per concludere la panoramica sul microlearning, proponiamo di seguito una tabella riassuntiva con i principali vantaggi che questa nuova metodologia di apprendimento offre alle aziende.

 

Microlearning: i vantaggi per la formazione aziendale

 

Vantaggio offerto dal microlearning Descrizione del vantaggio
Flessibilità La metodologia del microlearning si concentra sulla condivisione di piccole quantità di informazioni, ripetute nel tempo, consentendo agli utenti di completare brevi moduli di apprendimento nelle intense giornate di lavoro. Le micro-lezioni si focalizzano su argomenti specifici e sono accompagnate da test e quiz che facilitano l'assimilazione e il ripasso dei concetti. Questo permette alle persone di apprendere nuove competenze in modo veloce ed efficiente, senza compromettere la produttività quotidiana.
Personalizzazione Il microlearning consente di adattare la formazione alle esigenze in continua evoluzione di professionisti e aziende. Le micro-lezioni possono essere personalizzate per colmare lacune urgenti o fornire aggiornamenti sulle nuove tematiche rilevanti per la crescita aziendale. La produzione efficiente dei contenuti rende la formazione un processo mirato e scalabile, andando incontro anche alle necessità di aziende strutturate e di grandi dimensioni.
Coinvolgimento Il microlearning offre percorsi di apprendimento più coinvolgenti grazie a lezioni di breve durata, contenuti multimediali ed esperienze di gamification, mantenendo alta l'attenzione degli utenti e consentendo loro di fruire dei corsi al proprio ritmo, da qualunque dispositivo e in qualunque momento della giornata. In questo modo, promuove la crescita professionale senza compromettere produttività e qualità di vita.

Cos'è intranet.ai?

intranet.ai è la intranet aziendale pronta all'uso, progettata per ridurre i costi e i tempi di implementazione, e realizzare così un ambiente di lavoro digitale collaborativo e moderno:

  • Prezzo iniziale di 3.650 €/anno per una intranet completa
  • 50+ applicazioni, tra cui la ricerca avanzata, il sistema di gestione documentale, le notizie, le notifiche push via Teams, il profilo personale e le FAQ
  • 100% integrata con SharePoint Online e Microsoft 365

 

Giuseppe Marchi

 

Microsoft MVP per SharePoint e Microsoft 365 dal 2010.

Giuseppe è il fondatore di intranet.ai e uno dei massimi esperti in Italia per tutto ciò che riguarda Microsoft 365. Da anni, aiuta le aziende a creare il proprio ambiente di lavoro digitale sul cloud di Microsoft, curando l'esperienza delle persone.

FAQ sul microlearning

Cos'è il microlearning?

Il microlearning è una metodologia formativa innovativa che si distingue per la sua brevità e accessibilità. Nonostante non esista una definizione ufficiale, si può descrivere come un approccio che offre piccole unità di apprendimento e brevi attività didattiche, con una durata inferiore ai 5/10 minuti. Questo tipo di formazione è accessibile attraverso dispositivi digitali, sia desktop che mobili, consentendo agli utenti di assimilare le informazioni con il minimo sforzo. Le risorse formative possono assumere diversi formati, tra cui video, audio, testi, illustrazioni e elementi interattivi come test e quiz.

Qual è la differenza tra e-learning e microlearning?

Mentre l'e-learning si concentra su corsi strutturati che offrono una comprensione approfondita di un argomento attraverso un percorso didattico lineare, il microlearning propone moduli di piccole dimensioni focalizzati su obiettivi di apprendimento specifici. L'e-learning è ideale per la creazione di una base di conoscenze ampia, mentre il microlearning si adatta meglio a professionisti e aziende con tempo ed energie limitati da dedicare alla formazione. Quest'ultimo offre la flessibilità di apprendere velocemente concetti chiave e metterli subito in pratica.

Quali sono i vantaggi del microlearning?

Il microlearning offre una serie di vantaggi significativi per la formazione aziendale. La sua flessibilità consente agli utenti di completare brevi moduli di apprendimento nelle intense giornate di lavoro, senza compromettere la produttività quotidiana. Inoltre, la personalizzazione dei contenuti permette alle aziende di adattare la formazione alle esigenze specifiche dei dipendenti, fornendo aggiornamenti mirati e scalabili. Infine, il microlearning mantiene alta l'attenzione degli utenti attraverso contenuti multimediali coinvolgenti e esperienze di gamification, promuovendo la crescita professionale senza sacrificare la produttività.

Come posso creare corsi aziendali efficaci con il microlearning?

Per creare corsi aziendali efficaci con il microlearning, è importante seguire alcune best practice. È essenziale scremare le informazioni per garantire che le micro-lezioni non superino i 10 minuti, massimizzando così l'assimilazione e la ritenzione delle informazioni. Inoltre, diversificare i contenuti con animazioni, video, clip audio e immagini aiuta a mantenere alta l'attenzione degli utenti. Infine, includere esperienze di gamification come quiz, test e sfide rende l'apprendimento più interattivo e coinvolgente.

Cos'è Microlearning di intranet.ai?

Microlearning di intranet.ai è una soluzione innovativa che consente alle aziende di creare corsi e contenuti nel formato del microlearning personalizzati e accessibili. Integrato con Microsoft 365 Copilot, questo strumento trasforma i documenti aziendali in lezioni brevi e coinvolgenti, permettendo agli utenti di apprendere in modo rapido ed efficiente. Con funzionalità avanzate come la generazione automatica di corsi, la traduzione multilingue e l'integrazione con le principali applicazioni di Microsoft, Microlearning di intranet.ai offre una soluzione completa per la formazione aziendale.